Mini-recensione: IZOmbie 2×12 “Physician, Heal Thy Selfie”

IZombie 2×12

IZombie

Dopo la visione della nuova puntata di IZombie ecco le mie opinioni in merito.
Questa puntata è stata per certi versi un po’ sottotono, ma per altri una puntata che va ad accatastarsi fra gli alti livelli di cui questa serie fa parte.
Adoro particolarmente le sottotrame che sempre e comunque vengono ben caratterizzate, come il problema di Major, chiamiamolo così e il direttore della Max Rager che è sempre il grande interprete che è con il misto di inquietudine e disadattamento che ha con il mondo esterno.
Una cosa che per la prima volta in due stagione non mi è piaciuta è la parte di Liv. Con l’incipit iniziale del problema di non avere cervelli sotto mano per avere visoni, sarebbe stato interessante una particolarizzazione di come Liv è quando non è sotto l’effetto di qualche cervello e come risolvesse il caso da Liv Moore, ma purtroppo non è stato così e la cosa mi è dispiaciuta non poco.
Il siparietto di Peyton è stato piuttosto scialbo e il rapporto con Blaine poteva essere caratterizzato di più invece che romperlo e annullarlo ad inizio puntata.

Tutt sommato una buona puntata si, ma non eccelsa ecco tutto. Non ai livelli a cui questa serie ci ha abituato, ma solo per la faccenda di Liv, nel livello tecnico questa serie spacca come sempre.

Commenti

One thought on “Mini-recensione: IZOmbie 2×12 “Physician, Heal Thy Selfie”

Rispondi