Wonder Woman 2: Kristen Wiig in lizza per il ruolo di Cheetah?

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Sin da quando il sequel di Wonder Woman è stato annunciato si sono susseguite voci di tutti i tipi sul web riguarda a quale potrebbe essere il villain contro cui la nostra amazzone si scontrerà.

E’ stata proposta Circe fra le papabili, con il desiderio che sia Eva Green a portarla sullo schermo, ma quella che per molti sembra più plausibile, anche se crediamo sia tutto solo frutto di un desiderio ardente di vederla sul grande schermo, è Cheetah.

Adesso grazie a Deadline possiamo riportarvi un informazione che vedrebbe in lizza per il ruolo del villain l’attrice Kristen Wiig, e secondo il sito che ha raccolta alcune voci sul web potrebbe essere in lizza proprio per il ruolo di Cheetah.

Non sappiamo ancora niente circa la trama, anche se alcune indiscrezioni di dubbia provenienza vorrebbero il secondo film essere ambientato durante gli anni ’80, la Guerra Fredda. Non sappiamo quanto di vero ci sia in questa informazione, quindi nell’attesa di una vera conferma da parte della Warner prendiamo la notizia con la dovute pinze.

Riguardo la trama ScreenRant, tempo addietro, lasciò intendere che questo sequel sarebbe stata un’altra avventura storica. Questa volta però ambientato sullo sfondo della Guerra Fredda. Alcuni rumor vorrebbero perfino il ritorno di Chris Pine nel ruolo di Steve Trevor, cosa assai bizzarra vista la sua morte nel primo film.

L’ambientazione della Guerra Fredda è certamente affascinante e potrebbe permettere al sequel di modificare un po’ il tono. Il primo film si è concluso con una bella nota di ottimismo, con Diana che ha rifiutato la filosofia sterile di Ares. Ha insistito sul fatto che l’umanità ha il potenziale sia per il bene che per il male e si è dedicata a servirla come sostenitrice del bene. Perciò il ventesimo secolo potrebbe essere pronto a scuotere la fede di Diana nell’umanità.

La Prima Guerra Mondiale alla fine non è stata la “guerra per porre fine a tutte le guerre”, ma ha portato invece ad un breve periodo di pace prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Un’eroina compassionevole come Diana non potrebbe aver attraversato il ‘900 senza venir inorridita dagli orrori della seconda guerra, del nazismo e dell’olocausto. La Guerra Fredda poi avrebbe potuto terrorizzarla con il timore di una guerra nucleare, cosa che avrebbe potuto portare la nostra eroina a realizzare che Ares era solo uno strumento e che gli umani per loro stessa natura sono disfattisti. Ciò tornerebbe perfettamente con il perché la nostra Wonder Woman si sia nascosta per anni prima degli eventi di Batman V Superman.

Anche se quindi la storia ha un potenziale piuttosto oscuro se davvero ambientata in quel periodo,Patty Jenkins ha insistito dicendo che il film sarà un’altra “grande storia d’amore“. Sia Jenkins che Gadot hanno sottolineato che il film esplorerà i valori fondamentali di Wonder Woman, con quest’ultima che ha anche suggerito come i film potrebbero rappresentare una sorta di “Bibbia di Wonder Woman“, ovvero delle pellicole che esploreranno il personaggio con sempre un diverso esempio circa le sue virtù ed i suoi valori.