Star Wars: Gli Ultimi Jedi, nella pellicola è presente un easter egg proveniente da Legends

In una particolare sequenza di Star Wars: Gli Ultimi Jedi vediamo Rey e Luke sull’isola del pianeta Ahch-To e in un piccolo frangente sentiamo un labile richiamo venir avvertito dalla giovane sensibile alla Forza. La scena è ben architettata per farci capire che proviene dall’albero al cui interno sono conservati i testi sacri dei Jedi.

In molti modi Gli Ultimi Jedi ha rinnovato la saga e infranto dei classicismi da sempre presenti, e per altri ha incluso spunt sottili legati alla mitologia della serie. Uno dei modi in cui l’ha fatto riguarda proprio questo richiamo di cui vi abbiamo parlato. Il suono ricorda quasi dei canti appena udibili, ma qual è la spiegazione?

I sound designer del film, Matthew Wood e Ren Klyce, hanno recentemente rivelato che, durante i canti, il pubblico sta ascoltando frammenti del codice Jedi.

“Lo story group alla Lucasfilm ha inventato una sorta di canto che potevamo fare, quindi abbiamo avuto tutti quei doppiatori [venuti a cantare] e dopo Ren li ha presi, li ha distorti e inseriti in modo che la guidassero verso l’albero”, ha detto Wood. “Quindi è una bella collaborazione di loop group, editing, sound design e mixaggio, con Rian e Bob alla guida di tutto.”

Wood ha poi proseguito rivelando esattamente da dove venivano le parole del canto e la loro connessione con la saga.

“Quella cosa è chiamata il codice Jedi”, ha confessato Wood. “Leland Chee dello story group della Lucasfilm mi ha dato il Codice Jedi che fa parte di Legends in questo momento, ma è solo una sorta di cantilena di quattro frasi che noi abbiamo usato perché il canto parlasse di pace, conoscenza, serenità e la Forza. Emozione.

C’è pace, c’è Forza”, ha aggiunto Klyce. “C’è un sacco di parole la dentro… e poi c’è quello negativo, non c’è niente ed è come un canto, è come se lo stesso libro prendesse a parlare ed è particolarmente bello. Il tessuto del suono non è solo persone che emettono rumori casuali, in realtà è pensato come dialoghi scritti.”

Il Codice Jedi è stato menzionato nella trilogia prequel, ma non è apparso per davvero nel materiale canonico fino al romanzo del 2015 Dark Discipline. Il Codice Jedi recita:

“Non c’è emozione, c’è pace, non c’è ignoranza, c’è conoscenza, non c’è passione, c’è serenità, non c’è caos, c’è armonia, non c’è morte, c’è la forza.”

Non dovremmo aspettarci di sentir recitato il Codice Jedi in Episodio IX, visto la distruzione dell’Ordine Jedi, eppure non saremmo sorpresi se nel futuro facesse la sua comparsa, magari nella prossima trilogia di film diretti da Rian Johnson che alcuni dicono potrebbe ambientarsi dopo Episodio IX, ma altri sostengono possa raccontare i primi giorni dell’Ordine Jedi.


Supporta la redazione con una donazione


Star Wars: Gli Ultimi Jedi uscirà nelle sale il 13 dicembre 2017 con Rian Johnson alla regia e alla sceneggiatura.

Nel cast ritorneranno Daisy Ridley (Rey), Mark Hamill (Luke Skywalker), Carrie Fisher (Leia Organa), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Adam Driver (Kylo Ren/Ben Solo), Domnhall Gleeson (Generale Hux), Gwendoline Christie (Capitan Phasma), Peter Mayhew (Chewbacca), Lupita Nyong’o (Maz Kanata), Andy Serkis (leader Supremo Snoke), Anthony Daniels (C3-PO) e Billie Lourd (Tenente Connix).

Tra le new entry abbiamo Laura Dern, Benicio Del Toro e Kelly Marie Tran (Rose). La fotografia sarà a cura di Steve Yedlin, mentre la colonna sonora sarà ovviamente firmata da John Williams.

Commenti