Star Wars: Gli Ultimi Jedi, la parola “grigio” apre la porta a teorie dei fan

Dopo quella sorta di trailer dietro le quinte dedicato a Star Wars: Gli Ultimi Jedi che la Lucasfilm ha presentato al D23 Expo, di cui abbiamo anche realizzato una lunga analisi per mostrarvi tutto quello che è stato anticipato, ecco che oggi vi riportiamo qualche notizia più particolare.


Star Wars: Gli Ultimi Jeditrailer dietro le quinteanalisi del trailer – Rian Johnson rivela parti di trama


Molti attori hanno realizzato delle interviste con Good Morning America, come quella di Josh Brolin che vi abbiamo già riportato, ma questa con il cast di Star Wars: Gli Ultimi Jedi è po’ più particolare, tanto che ha fatto subito dilagare in rete diverse speculazioni.

Nell’intervista che trovate in calce alla notizia abbiamo visto gli attori utilizzare ripetutamente la parola “grey”, ovvero grigio in italiano, nel descrivere a grandi linee ciò che vedremo all’interno della trama di questo ottavo episodio. Principalmente il termine è stato utilizzato per definire la zona grigia che permea molte parti della storia che racconterà questo capitolo diretto da Rian Johnson, sopratutto per descrivere i personaggi che non saranno semplicemente buoni o cattivi, lucenti o oscuri, ma vivranno si sfumature di grigio.

Però queste “zone grigie” sono bastate a molti fan per speculare su una cosa molto nota per i fan più esperti dell’universo espanso. Il tutto è solo una mera speculazione, sia chiaro, ma la cosa ha fatto presupporre a molti fan che ne Gli Ultimi Jedi vedremo questo grigio anche negli allineamenti della Forza, ovvero un’inclusione dei Jedi Grigi.

Vi invitiamo a prendere la cosa con le dovuto pinze nonostante sia stata riproposta anche da molte altre intestazioni americane, e giudicare da voi guardando il video qui sotto:

I Jedi Grigi sono personaggi che appaiono nell’universo espanso di Guerre Stellari.

Essi si rifiutano di seguire il Codice Jedi e le direttive del Consiglio degli Jedi, ma non abbracciano il Lato Oscuro della Forza come i Jedi Oscuri, ed accettano sia il bene che il male dentro di loro (questo è probabilmente il modo per divenire dei fantasmi di Forza).

I Jedi Grigi nacquero dopo la Grande Guerra Sith, quando il Consiglio dei Jedi cercò di rafforzare la sua autorità e di centralizzare il controllo dell’Ordine Jedi, rivedendo anche il Codice Jedi. Un gruppo di Jedi contestò l’autorità del Consiglio di effettuare queste riforme, che contemplavano tra l’altro il divieto per i Jedi di sposarsi e di utilizzare alcuni poteri del Lato Oscuro della Forza.

Un famoso Jedi Grigio è Jolee Bindo, che dopo avere sposato una collega ha lasciato l’Ordine Jedi e si è autoesiliato sul pianeta Kashyyyk. Bindo ha utilizzato a volte i poteri del Lato Oscuro della Forza, ma non se ne è lasciato corrompere ed ha rifiutato di passarvi, tanto da combattere contro alcuni Jedi Oscuri e ottenere un’onorificenza dalla Repubblica Galattica. Il Conte Dooku, dopo avere lasciato l’Ordine Jedi ed essere stato per un po’ di tempo un Jedi Grigio, è invece passato al Lato Oscuro della Forza.

In senso lato, il termine Jedi Grigio è talvolta riferito a Jedi non ortodossi o dissidenti che tuttavia non hanno lasciato l’Ordine, come Qui-Gon Jinn, che fu accusato di essere un Jedi Grigio da alcuni membri del Consiglio Jedi per i suoi disaccordi con il Consiglio stesso.

Commenti