Stranger Things: Non si parla ancora di Francising

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Stranger Things è ormai uno degli show più popolari di Netflix, un mondo ricco di possibilità, di spin-off, di prequel, videogiochi, ecc., Ma secondo il produttore Shawn Levy, il team non è ancora pronto a pensare in termini di “franchise” ed è concentrato soprattutto sulle prossime stagioni della serie.

In una dichiarazione a ComicBook.com, Levy ha insistito sul fatto che l’obiettivo principale, in concomitanza con quello dei fratelli Duffer, rimane lo show stesso e che il team non ha ancora pensato ad una cessione di proprietà per il franchising. Ecco qual è stata la sua risposta alla domanda:

“La nozione di franchising non esisteva su Netflix prima di Stranger Things. E sicuramente abbiamo assistito alla nostra crescita con il merchandising, mentre ci muoviamo verso partnership promozionali. Noi non pensiamo a tutto questo come ad un franchising. Vogliamo sicuramente fare diverse altre stagioni. Oltre a ciò, sicuramente lo show è diventato uno dei marchi di punta di Netflix. E tutti vorrebbero che raccontassimo queste storie in qualsiasi modo e per il maggior numero possibile di anni”.

Lo show probabilmente continuerà ad espandere il suo mondo nelle stagioni future e, se manterrà questo livello di popolarità durante la sua corsa, i dirigenti di Netflix prenderanno probabilmente questa strada per espandere il business dopo l’eventuale conclusione dello show principale.

La fantastica serie horror/soprannaturale ambientata negli anni ’80 tornerà in produzione questo autunno. La terza stagione conterà otto episodi e la storia si baserà ancora sulle avventure del gruppo di adolescenti di Hawkins, Indiana, e la loro battaglia contro l’Upside Down.

La terza stagione di Stranger Things debutterà su Netflix nel 2019. Se sei interessato a un eventuale prequel/sequel/spin-off, faccelo sapere nei commenti! E stay tuned per avere sempre nuove informazioni.