Ophelia: Daisy Ridley e Naomi Watts in una nuova immagine promozionale

William Shakespeare ha certamente amato l’eroina condannata. Alcune delle donne più famose del Bardo – Giulietta, Desdemona, Lady Macbeth – hanno tutte incontrato un destino orribile, ma poche sono iconiche come l’Ofelia di Amleto, che impazzisce per il cuore spezzato e si annega in un fiume.

Mentre la storia di Amleto è stata effettivamente esplorata più di una volta dalla pubblicazione nel 1603, gran parte della storia di Ofelia invece è fuori scena. Il nuovo film di Claire McCarthy, Ophelia, con Daisy Ridley di Star Wars ad interpretare proprio la protagonista, mira infatti a cambiare ciò ed a re-immaginarla come un’eroina audace e complicata.

E’ sicuramente una re-immaginazione particolare per una donna che è più frequentemente ritratta nell’arte e nella letteratura come una docile, dolce, bellezza, impazzita per amore.

“Questo spesso è il modo in cui le donne sono state ritratte – come la damigella in pericolo”, dice Naomi Watts, che nel film interpreta la madre di Amleto, la regina Gertrude. “Se la loro mente è potente deve essere folle. Ed ora che c’è questo cambiamento che sta avvenendo, ciò si riflette in questa narrazione.”

Ophelia racconta le vicende della sua debole protagonista mentre diventa la dama fidata di Gertrude e stringe una relazione con suo figlio, Amleto. Lungo la strada Ofelia viene investita da tradimenti ed i segreti più mortali della corte, mentre cerca di trovare la sua strada.

“Volevamo che si sentisse molto più emancipata e molto più viscerale dell’originale Ofelia, che è presente davvero solo in una manciata di scene”, dice McCarthy.

Quindi in altre parole questa Ofelia si preoccuperà molto più del proprio destino che delle emozioni di Amleto. La nuova direzione di Ofelia conferirà quindi al personaggio, rilegato in un solo ruolo per oltre 400 anni, una nuova rilevanza nel 2018.

Il progetto vede il proprio soggetto gettare le basi nel romanzo di Lisa Klein e sarà diretto da Claire McCarthy, su uno script che è stato curato da Semi Chellas (Mad Men). Come produttori troviamo Daniel Bobker e Ehren Kruger (I fratelli Grimm) con a Sarah Curtis (Hysteria).

Nel cast per ora confermato vediamo, di fianco a Daisy Ridley, Clive OwenGeorge MacKay(Captain Fantastic, Pride), Tom Felton (Harry Potter), Devon Terrell (Barry) e Naomi Watts.

Commenti