J.J Abrams spiega il suo rapporto con la Disney

Il merchandising inizia a girare, un nuovo trailer è imminente, ma mancano ancora due mesi all’uscita di Star Wars: Il Risveglio della Forza. Tempo fa, la lavorazione del film sembrava procedere più lentamente del previsto e sembra che J.J. Abrams e Kathleen star-wars-il-risveglio-della-forza-j-j-abrams-svela-il-suo-rapporto-con-la-disney-v6-240485-1280x720Kennedy avessero chiesto alla Disney di posticipare la data di uscita al 4 maggio 2016. La risposta fu un secco no da parte di Bob Iger, amministratore delegato della Walt Disney Company. Tuttavia, con l’avvicinarsi del 18 dicembre, Abrams rivela che non potrebbe essere più entusiasta del suo rapporto di collaborazione con la Disney. Seduto accanto al designer di Apple Jony Ive, ad una round table di Vanity Fair moderata da Brian Grazer, il regista ha dichiarato non solo di aver concluso il montaggio finale ma anche che la Disney ha avuto un comportamento ineccepibile e rispettoso del marchio sul quale ha investito miliardi di dollari.

Quando fai un film con la Disney ci sono clausole ben precise nel contratto, a dire la verità se fossi un avvocato sarebbe pane per i miei denti.

Facendo qualche ipotesi, la clausola dovrebbe prevedere che la Disney possa intervenire in qualsiasi momento sul film, qualora lo ritenesse necessario, a tutela del proprio investimento. Cosa non strana, specialmente quando si sta producendo un blockbuster ad altissimo budget.

Tuttavia, il regista assicura:

Ci hanno lasciato fare il film che volevamo. Non avete idea di come Bog Iger e Alan Horn abbiano compreso fin da subito che questa cosa era ormai parte integrante della compagnia. E non hanno mai e poi mai cercato di imporre alcuna cifra stilistica Disneyana né di condizionare il film in alcun modo, cosa che ha permesso a Kathleen Kennedy di portare la Lucasfilm nella direzione giusta.

Vi ricordo che il film arriverà nelle sale il 18 dicembre 2015, ed il 16 in Italia.

Commenti

Rispondi