Henry Cavill difende i cinecomis!

Il cinecomic è ormai entrato a bandiere spiegate nel mondo della settima arte da una decina di anni a questa parte come un genere a se. E come sempre quando esce qualcosa di nuovo ha suscitando molte volte la disapprovazione del pubblico.

Intervistato da Judão in occasione della promozione di Operazione: U.N.C.L.E., Henry Cavill (facente parte anche dell’universo cine-fumettistico DC grazie a L’Uomo D’Acciaio e a Batman V Superman: Dawn of Justice) ha risposto ad una domanda riguardante le continue lamentele che da molto avvolgono il mondo del cinecomic odierno:

Penso che sia una cosa costante di cui la gente continuerà a lamentarsi. Al momento il genere supereroistico è quello più diffuso, nonostante anche lo spy movie vada forte quest’anno. Ma questa è la natura dei fatti. È uno di quei generi che ha caratterizzato una decade, il cinecomic intendo, si trasformerà nel tempo e naturalmente susciterà ancora delle lamentele. Il genere secondario ogni anno cambierà, e quest’anno è toccato a quello di spionaggio.

Se volete vedere il video e masticate un po’ di inglese lo trovate qui di seguito.

Commenti

Rispondi