CONSIDERAZIONI – Twin Peaks 3×14 “Il Ritorno Parte 14”

1) Quattro puntate cari lettori. Quattro ore  e tutto arriverà a una fine. Tutto avrà una sua conclusione, o forse no? Con questa quattordicesima puntata di Twin Peaks David Lynch riesce ancora una volta a lasciarmi di stucco. Io non riesco veramente a capacitarmi di come ogni puntata di questa terza stagione sia un vero e proprio piccolo capolavoro nel suo essere. Questa 3×14 è tra le tre migliori puntate della serie per diversi motivi di cui andremo a parlare ora. Come tutti noi abbiamo appurato, la 3×08 è un vero e proprio capolavoro senza se e senza ma e sono stato a dir poco contento nel vedere che questa quattordicesima puntata è fortemente collegata con l’ottava e che al centro di tutto veda un personaggio storico della serie ma fin’ora rimasto in sordina: Andy. In questa quattordicesima puntata la cara e vecchia cittadina di Twin Peaks è stata molto più al centro della questione rispetto a prima. Hawk, Andy, Bobby e Frank si recano nel luogo indicato dalle coordinate lasciate dal Maggiore Briggs e lì trovano qualcosa che non mi aspettavo assolutamente. Trovano una sorta di cerchio dorato che emette fumo e la donna senza occhi della 3×03, quella che incontra Cooper nella “stanza viola”. Subito dopo nel cielo appare il vortice che abbiamo già visto nella 3×11 e Andy viene risucchiato all’interno. Ecco che ci troviamo ancora una volta nella Loggia Bianca insieme al Gigante, che scopriamo chiamarsi The Fireman, ovvero il Fuochista (traduzione assurda dato che si poteva benissimo chiamare il “Pompiere” e avrebbe reso decisamente meglio l’idea del personaggio), come lasciato intuire dal titolo di una traccia della colonna sonora della 3×08 e come ipotizzato da tantissimi fan. Questo mostra ad Andy tutto quello che è accaduto finora. dall’esplosione della bomba atomica, dalla creazione della Loggia Nera, dalla creazione di Laura e anche la verità dei due Cooper. Quindi Andy ha nella sua mente la chiave per dare a tutto una conclusione ne sono molto contento. Andy è un personaggio che mi sta particolarmente a cuore e finalmente ha un ruolo non poco importante all’interno della vicenda! Questa scena in cui il Pompiere mostra ad Andy tutto riguardo la Loggia e i boscaioli l’ho semplicemente adorata. Come mi ostino a dire in ogni singola considerazione, Twin Peaks non è una serie tv, Twin Peaks è cinema allo stato puro. E’ un film di diciotto ore diviso in parti da un’ora, ed è un film di Lynch vero e proprio. Questo è quello che dovrebbe essere ogni serie tv, con un regista dietro in grado di esprimersi al meglio. Di serie tv così ce ne sono davvero pochissime, le si possono contare sulla dita di una mano.
Vediamo di nuovo James, e finalmente lo vediamo al di fuori del Roadhouse. James ora fa la guardia al Great Northern Hotel e il suo collega, un ragazzetto di Londra, indossa sempre un guanto verde che gli dona un’incredibile forza e che non può togliere. Quel ragazzo racconta a James che è stato un uomo chiamato il FUOCHISTA a dirgli di andare a prendere quel guanto e di raggiungere Twin Peaks. Quindi quale sarà la sua funzione? Che sia una sorta di arma? Magari da usare contro i boscaioli quando arriveranno o contro il Bad Cooper?

2) Finalmente la squadra di Gordon, Tammy e Albert entrano in contatto con Twin Peaks. All’inizio della puntata vediamo Gordon chiamare Lucy per sapere cosa voleva dirgli lo sceriffo e Frank rivela a Gordon che hanno trovato un indizio del Maggiore Briggs che rivela l’esistenza di due Cooper. Ovviamente Gordon nel sentire queste parole si illumina e si reca immediatamente da Albert e Tammy per raccontargli di un sogno davvero bizzarro che mostra quanto David Lynch sia geniale e fuori di testa. Tutti noi aspettavamo il tanto decantato cammeo di Monica Bellucci, attrice nostrana molto famosa all’estero, e finalmente lo abbiamo e lasciatemi dire che è un cammeo grandioso. David Lynch ha sempre confessato di provare un “amore segreto” nei confronti dell’attrice, e come inserirla nella serie? Semplice, la fai apparire nel sogno del personaggio interpretato dallo stesso Lynch. Infatti Gordon racconta a Tammy e Albert di un sogno fatto insieme a Monica Bellucci, ma non questo che ci mostra quanto Lynch sia geniale. Gordon afferma che nel sogno vede Cooper, ma non riesce a vederlo completamente in faccia. Perché? Beh, forse perché il Cooper che c’è attualmente in circolazione non è ancora il Dale Cooper che conosciamo e l’indizio definitivo arriva ora. La Bellucci dice a Gordon di girarsi e questo trova sé stesso giovane, in particolare quello di Fuoco Cammina Con Me, e qui parte la scena in cui riappare Phillip Jeffries. Ovviamente ha fatto un certo effetto rivedere David Bowie, e infatti alla fine dei titoli di coda notiamo che la puntata è dedicata al celebre cantante e attore. Lì capiamo che quanto detto da Jeffries e da Cooper sarebbe stato ripreso da Lynch 25 anni dopo con questa terza stagione. Cioè, Lynch aveva in mente tutto questo già 25 anni fa? Come si fa a non definire quest’uomo se non un genio? E questa è un’altra prova che David Lynch si prende i suoi tempi, se non si capisce una cosa subito è normalissimo perché ci sarà una spiegazione più in là. Pensate a coloro che hanno visto Fuoco Cammina Con Me all’uscita e non hanno capito nulla mentre si trovano una soluzione a tutto 25 anni dopo! Solamente un regista come David Lynch poteva orchestrare una cosa del genere.

3) Purtroppo Kyle MacLachlan non è apparso né nei panni di Dougie/Cooper né in quelli di Bad Cooper, ma in merito alla questione Dougie abbiamo fatto dei grandissimi passi avanti. Gordon e Albert avevano trovato nello stomaco del Maggiore Briggs l’anello di Janey-E con inciso il suo nome e quello di Dougie. Così Gordon decide di andare a Las Vegas per vedere chi è questo Dougie Jones, ma ecco che arriva il colpo di scena. Diane afferma di essere la sorella di Janey-E. BOOM! E’ fatta! Ora andranno dal vero Cooper e con grandi probabilità tornerà normale! Non gioirei così facilmente. Come ricorderete Diane era in combutta con il Bad Cooper, o almeno da quanto abbiamo inteso, e questo le aveva chiesto se l’FBI aveva fatto domande riguardo Las Vegas. Forse Diane è davvero la sorella di Janey-E, anche perché sa delle cose abbastanza personali, ma credo che abbia colto l’occasione per tendere una trappola a Gordon e Albert mentendo su tutto. Temo che accadrà qualcosa di brutto nelle prossime puntate, ma forse ci stiamo avvicinando sempre più al tanto atteso ritorno di Dale Cooper. Molti infatti teorizzano che Cooper tornerà normale quando si incontrerà di nuovo con Gordon, col quale ha un rapporto molto stretto.
Viene portata avanti anche la questione di Billy, il ragazzo scomparso che Audrey cerca disperatamente. Veniamo a scoprire in modo ufficiale che Audrey non è ancora in coma come avevamo teorizzato e che questo Billy è davvero scomparso, ma lo vediamo comunque. Alla fine della puntata vediamo due ragazze al Roadhouse che parlano proprio di Billy e del fatto che una di loro l’abbia visto per l’ultima volta, e in più questa ragazza è la figlia di Tina! La tizia che secondo Audrey è stata l’ultima a vedere Billy. Questa ragazza racconta di come Billy si sia presentato pieno zeppo di sangue sul viso e poi sia subito scappato dopo aver messo la testa sotto il lavandino. Sangue sul viso? Non vi dice nulla? Sempre in questa puntata Chad, il poliziotto corrotto, è finalmente stato arrestato e messo in cella. In una cella davanti alla sua si trova proprio un ragazzo col sangue che gli cola costantemente da naso e bocca, una scena molto disturbante. In più questo tizio, che secondo me è proprio Billy, comunica in chissà quale modo con al tizia della stanza viola, tenuta anch’essa in cella per tenerla in un luogo caldo. I nodi stanno venendo al pettine, e vediamo come tutto stia convergendo verso un unico punto. Chissà cosa ci aspetterà con la diciottesima puntata.
Altra faccenda molto inquietante riguarda Sarah Palmer. IN pratica veniamo a scoprire che l’essere che ha ucciso i due ragazzi nella 3×01 e che ha dato vita a Bob si cela dietro Sarah Palmer! Quindi direi che è confermata la teoria secondo cui lo “scaratopo” della 3×08 sia entrato nella gola di Sarah. La scena in cui scopriamo tutto ciò è a dir poco inquietante e disturbante, in pieno stile Lynch, e l’ho adorata. Questa dimostrerebbe anche perché Laura è nata così corrotta. In più nella 3×02 Laura scopre una sorta di luce interiore togliendosi la faccia esattamente come ha fatto Sarah in questa puntata, solo che quest’ultima ha mostrato una terribile ombra che uccide. Direi che tutto comincia a tornare. Laura doveva essere un essere puro, che avrebbe sconfitto il male dell’uomo ma così non è stato, perché sua madre è stata corrotta da quello che è un frutto del male nato dalla Loggia Nera.

Insomma, come al solito si tratta di una grandissima puntata, ricchissima di misteri ma che ci fa venire moltissimi nodi al pettine finalmente! Voi che ne dite?

Qui di seguito potete acquistare l’home video delle due stagioni passate e del film prequel Fuoco cammina con me.

Acquista su Amazon.it

 

 

Commenti