CONSIDERAZIONI – Better Call Saul 3×04 “Sabrosito”

1) Andiamo avanti con la visione della terza stagione di Better Call Saul e dopo una terza puntata che mi aveva lasciato un po’ d’amaro in bocca ecco che arriva un episodio che è una vera e propria bomba. Finalmente Gus Fring ha un ruolo molto grande all’interno della puntata, ma davvero tanto grande, anzi, oserei dire che questa volta è stato più protagonista Gus di Jimmy. Non voglio che tutte le puntate siano “Gus-centriche” però ci sta che abbiano voluto dare molto più spazio a Gus per un episodio. La stesa cosa accade con Mike che fu al centro di tutta la sesta puntata della prima stagione, e lasciatemelo dire ma quell’episodio è da antologia della storia delle serie tv. Saul è un grandissimo personaggio, e Odenkirk è un genio, ma purtroppo non ha nulla a che vedere con i personaggi di Mike e Gus. In ogni caso, l’ingresso di Gustavo rende la serie molto più vicina a Breaking Bad. Nelle stagioni passate abbiamo già visto vecchie conoscenze come Hector Salamanca, i Cugini Salamanca e Tuco, ma stavolta abbiamo rivisto un personaggio che mai mi sarei aspettato di rivedere: Don Eladio. Poooorca miseria c’è Don Eladio. Non lo si vede per molto, anzi, per pochissimo, però basta per farti dire “Ommmiodddio”. Ho quasi il sentore che il ruolo di Gus sia finito qui, perché l’abbiamo visto per gran parte della puntata ma soprattutto abbiamo visto una cosa che aspettavo da tantissimo tempo: la nascita dell’alleanza tra lui e Mike. Però forse mi rimangio subito quello che ho detto perché sicuramente prima o poi vedremo come Hector sia finito sulla sedia a rotelle e sono sicuro al 100% che sarà Gus a mandarcelo, dato che per lui “Piantargli una pallottola in testa sarebbe fin troppo umano”. Mike e Gus sono straordinari quando sono insieme, grazie non solo alla loro incredibile caratterizzazione ma soprattutto grazie a quei grandissimi attori che sono Jonathan Banks e Giancarlo Esposito. Quest’ultimo soprattutto ha dimostrato di sapere interpretare ancora perfettamente l’essenza del personaggio, facendolo apparire amichevole e gentile con la società ma subito dopo viene fuori il boss del narcotraffico che è in realtà.

2) Gus è bellissimo, ok, ma vediamo di non tralasciare Jimmy e il casino in cui è coinvolto, anche se come ho detto è stato molto più protagonista Fring. Jimmy se la deve vedere sempre col fratello Chuck, col quale è riuscito a ottenere un accordo molto soddisfacente MA la cosa non è per niente finita qui. Infatti Chuck e il suo avvocato vogliono portare all’Ordine degli Avvocati del New Messico ciò che ha fatto Jimmy per vedere se lo cacceranno. Ovviamente sia Kim che Jimmy stanno facendo il possibile per evitare che ciò accada e sembra anche che i due abbiano la situazione in pugno. Però non credo che riusciranno a sistemare completamente questo casino e che probabilmente ciò porterà Jimmy a diventare pian piano Saul Goodman. E non vedo l’ora di vedere la nascita di questo personaggio e non solo, non vedo l’ora di vedere com’è nato anche Gene. Tantissima curiosità.

3) Per quanto riguarda l’aspetto tecnico c’è stato un notevole miglioramento rispetto alla precedente puntata. La fotografia per tutta la sequenza iniziale presenta ancora quei colori eccessivamente caldi e un po’ più dark che non c’entrano niente con l’atmosfera della serie. Andando avanti però si nota un notevole miglioramento della fotografia. Forse perché molte delle scene sono state girate al chiuso, potrebbe essere, ma credo proprio che il merito lo si debba attribuire al regista di questa puntata: Thomas Schnauz. Quest’uomo qui ha una grandissima esperienza col mondo di Breaking Bad, dato che è produttore della celebre serie e anche di Better Call Saul. Ma non solo, Schnauz ha anche diretto alcune puntate delle due serie. Quindi direi che stavolta hanno preso l’uomo giusto ed infatti abbiamo una regia che si sposa benissimo con quello che dev’essere la serie e l’atmosfera tipica di Breaking Bad.

Regia: Thomas Schnauz

Sceneggiatura: Jonathan Glatzer

Voi che ne dite? Vi è piaciuta la puntata? Dai sì che vi è piaciuta, è impossibile il contrario.

Qui di seguito potete acquistare le precedenti stagioni.

 

Commenti