Catwoman: John Rogers lo descrive come “un film di merda senza alcuna rilevanza culturale”

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

C’è stato un tempo precedente quando vigeva l’assoluta oscurità in merito ai personaggi dei fumetti trasposti in pellicole cinematografiche, e come disse ben Willem Dafoe anche un periodo in cui se recitavi in costume in un cinecomic la gente di Hollywood prendeva a pensare che la tua carriera fosse ormai agli sgoccioli.

Prima del 2008, prima che i Marvel Studios dessero il calcio d’inizio alla rivalutazione artistica dei film tratti dalle patinate pagine che dal 1939 affascinano grandi e piccini, c’è stato un tempo in cui i cinecomic non avevamo molto “peso”, in cui registi e sceneggiatori potevano ispirarsi liberamente senza temere che folle con torce e forconi assediassero gli studios.

Ricordiamo la prima scintilla con gli X-men diretti da Bryan Singer nel 2000, o la trilogia di Spider-Man con Tobey Maguire, gli scanzonati Fantastici 4 di Tim Story, o ancora quelli un po’ più oscuri come Blade ed Hellboy, che hanno visto la sapiente mano di Guillermo Del Toro dietro la macchina da presa. Ma ci sono stati anche dolori cocenti come i due dimenticabili Ghost Rider, Daredevil, Electra, ma anche se questi sono stati alla fine dei prodotti mediocri non sono niente paragonati a quello scempio di Catwoman, con Halle Berry.

Riguardo a quel film lo sceneggiatore, John Rogers, ha recentemente ammesso che il film (perché di adattamento non si può parlare), Catwoman del 2004, che ha co-sceneggiato è, francamente, un brutto film senza alcuna rilevanza culturale. I commenti di Rogers sono stati dati in risposta a un tweet riguardante lo straordinario successo critico e commerciale da record del film Black Panther dei Marvel Studios.

Una persona ha sfidato l’elogio di Michelle Obama su Black Panther dopo che l’ex First Lady degli Stati Uniti, ha affermato che: “[…] dei giovani finalmente vedranno supereroi che sembrano come loro sul grande schermo“. Il tweet di risposta si è domandato perché non si fosse parlato dell’importanza della rappresentazione dei super-eroi di colore nei film di genere quando Halle Berry interpretò Catwoman sul grande schermo. E come qualcuno che è ufficialmente accreditato per aver lavorato al film, Rogers ha spiegato perché nessuno ha elogiato Catwoman anni fa.

Dopo aver affermato le sue credenziali come uno degli scrittori accreditati di Catwoman (a quanto riferito, è stato il sesto scrittore a lavorare alla sceneggiatura ed il primo ad avere una sceneggiatura completa ed a ricevere il via libera), Rogers ha dichiarato che Catwoman è stato un film terribile.

“Come uno degli scrittori accreditati di CATWOMAN, credo di avere l’autorità di dire: perché era un film di merda voluto dallo studio alla fine di un ciclo stilistico, e privo di rilevanza culturale davanti o dietro la telecamera.

[…] In più, per piena espressione: non ho mai visto il film fino in fondo in una sola volta. Ho saltato la prima notte per girare il filmato di audizione @ jenni_baird per la GLOBAL FREQUENCY. E mi avevano licenziato comunque.”

Roger poi ha rilasciato altre dichiarazioni sotto il post, dipingendo un quadro di produzione piuttosto problematico. Secondo quanto riferito il film era stato originariamente progettato come uno spin-off con Michelle Pfeiffer nella stessa versione di Selina Kyle che l’attrice interpretava in Batman Returns.

La decisione è stata presa per continuare anche dopo che i problemi legati ai diritti hanno reso impossibile utilizzare il personaggio di Selina Kyle, e sia Tim Burton che Michelle Pfeiffer avevano dato garanzia per il progetto, trascinandolo attraverso un decennio d’inferno, che alla fine lo ha trasformato in ciò che abbiamo visto con Halle Berry.

Rogers ha lasciato intendere che, forse, due scene prese dalla sua sceneggiatura sono risultate nella versione finale del film. Ha anche notato che il cattivo del film finale – l’executive dei cosmetici Laurel Hedare – non è stato in realtà il cattivo che aveva scritto, e che il personaggio interpretato da Sharon Stone è stato aggiunto nelle successive bozze del film.