Captain Marvel non sarà come le altre storie d’origine

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Captain Marvel farà il suo debutto nell’Universo Cinematografico Marvel nel 2019, e mentre arrivo solo notizie circostanziali, con qualche piccolo aggiornamento ogni tanto, ci chiediamo come sarà raccontata la storia d’origine di questo potente personaggio Marvel.

C’è da dire che dopo la Fase 1 i Marvel Studios non hanno brillato per originalità riguardo alle origin story, ed infatti una delle nuove notizie circa questo fil con protagonista femminile riguarda proprio l’approccio alle origin story. Il produttore della Marvel, Nate Moore, ha recentemente spiegato perché quest’ultima origin story non sarà come quella che sono venuta prima, tipo Ant-Man, Thor, Captain America, e Dottor Strange, solo per citarne alcuni.

“Penso che ci sia una struttura per i film di origine che il pubblico a volte può anticipare molto rapidamente”, ha detto Moore a CinemaBlend. “Quindi, se facciamo film d’origine, internamente, parliamo di come possiamo sovvertire quella struttura. Ad esempio, Captain Marvel è un film d’origine in quanto non l’hai mai vista prima, ma pensiamo di esserci imbattuti in una struttura che non esiste nel modus tradizionale di ciò che i film di origine sono in genere.”

Solitamente le storie d’origine ripetono questo tipico schema:

“Incontri i personaggi, hanno un problema, ottengono poteri o qualsivoglia cosa alla fine del primo atto, alla fine del secondo atto imparano ad utilizzarli, e nel il terzo atto probabilmente combattono un cattivo che ha dei poteri simili”, ha continuato Moore. “Questo si è visto un sacco di volte, è la struttura tipica del film d’origine, ma quando introduciamo nuovi personaggi che guardano avanti vogliamo trovare modi per sovvertire quella struttura, quindi almeno l’esperienza del film sembrerà nuova al pubblico. Vogliamo fare in modo che il pubblico non percepisca cose che sembra aver già visto prima.”

Sappiamo che il film si svolgerà durante la guerra di Kree-Skrull, ma è il periodo degli anni ’90 in particolare che Moore dice che aiuterà ad portare l’origine di Captain Marvel in un nuovo linguaggio.

“Penso che il modo in cui il film si apre sia molto diverso da un film di origine, e poiché è un’eroina che non hai mai visto prima, siamo in grado di raccontare strutturalmente questa storia in un modo che si percepirà inaspettato e che si spera manterrà l’attenzione del pubblico “, ha concluso Moore. “Abbastanza equilibrato da poter godere del film, ma anche per renderlo una sorta di ritratto d’epoca, cosa che è interessante in quanto non è solo una funzione d’ambientazione per quel mondo, ma lo è anche per come conosciamo oggi l’UCM.”

 

La storia segue il personaggio di Carol Danvers mentre diventa una delle supereroine più potenti nel bel mezzo di una guerra galattica tra due razze aliene. Ambientato negli anni ’90, Captain Marvel è un’avventura tutta nuova da un’epoca mai vista nella storia dell’Universo Cinematografico Marvel.

Il film sarà diretto da Anna Boden & Ryan Fleck, e nel cast vedremo Brie Larson, Ben Mendelsohn, Lashana Lynch, Gemma Chan, Algenis Perez Soto, Rune Temte, McKenna Grace e Jude Law.

A curare la sceneggiatura sono presenti Nicole Perlman e Meg LaFauve, che racconterà di Carol Danvers, pilota dell’esercito degli Stati Uniti il cui DA si fonde con quello di un alieno facente parte della razza dei Kree a seguito di un incidente. La fusione con l’alieno la rende fortissima, capace di volare e emettere raggi di energia.

Captain Marvel è programmato per uscire l’8 marzo 2019.