Ben Affleck su Bruce Wayne.

Della serie ancora notizie da Empire, visto che in questi giorni arrivano dettagli su Batman V Superman ne sono già svariati era ora che proseguissimo anche con le dichiarazioni degli altri talent dell’atteso blockbuster di cui avevo parlato ma poco.

Nell’intervista, Snyder affronta una delle questioni più dibattute: l’età del Crociato di Gotham.

Nel nostro film ha 45, 46 anni. È Batman già da 20 anni. Tutta la sua storia è lì. C’è stato un Robin a un certo punto? È possibile.

Ben Affleck aggiunge:

Inizialmente ho pensato “Sono troppo vecchio, non pare una roba adatta a me”. Poi Zack mi ha esposto la sua idea, quella di un Batman più anziano, ormai “spezzato” e parecchio incasinato. Qualcosa che non avevamo ancora visto. Abbiamo visto Batman alle prese con la prospettiva di“varcare la linea” in maniera tale da proteggere le persone. Questo elemento da vigilante fa parte della sua mentalità e noi stiamo battendo su di essa in relazione al dover fronteggiare qualcuno di tanto potente quanto mortale come Superman.

E sarà proprio l’arrivo di Superman a causare una specie di “rivoluzione” nella vita di Bruce Wayne. Affleck prosegue così:

Nel film si dà per assodato che ormai Batman abbia raggiunto un determinato punto nella sua vita e carriera da supereroe e che l’avvento di Superman rappresenti una profonda “mutazione filosofica”. Per Batman è un cambio di paradigma: “Ho combattuto i criminali per tutta la mia vita, cercando di perseguire un’ideale di giustizia e ora ho a che fare con qualcosa che mi trascende del tutto”. Per Superman, un tizio che rapina una banca non conta.

Snyder specifica:

Sta avendo una crisi di coscienza. “Sono solo un vigilante che perquisisce le strade e i vicoli di Gotham?”

Ribadendo che, in un certo qual modo, Batman sarà il villain del film, anche se, aggiunge, “il sottotitolo stesso del lungometraggio, Dawn of Justice, lascia già intendere che i due avranno modo di dare inizio a una conversazione”.

Empire scrive anche che è stato lo stesso Batman a mandare al fresco tutti i membri della Suicide Squad ed è per questo che l’Uomo Pipistrello è già visibile nel Comic-Con trailer del cinecomic di David Ayer. Inoltre, le parole del produttore Charles Roven pubblicate sempre dal magazine, lasciano supporre che nella lista dei lutti recenti subìti da Bruce Wayne potrebbe non esserci solo Robin.

Commenti

Rispondi